Home News One Piece Novel A: la storia di Portgas D Ace

One Piece Novel A: la storia di Portgas D Ace

3930
CONDIVIDI
one piece novel A

One Piece novel A è un romanzo ufficiale inserito nei tre numeri della rivista One Piece Magazine.

Novel A racconta la vita di Portgas D Ace da quando lascia il villaggio di Fusha fino a quando si trova faccia a faccia con l’imperatore Baffibianchi.

One Piece Novel A: Prima Parte

Un ragazzo, il cui sogno era scrivere un libro di avventure, è intrappolato su Sixis, un’isola dell’East Blue, a causa di una corrente irregolare che gli impedisce di fuggire; su quest’isola incontra Portgas D Ace e crede che il giovane pirata sia venuto a salvarlo. Purtroppo Ace è sull’isola in quanto naufrago ed è su Sixis da sei giorni, il doppio del tempo dell’altro ragazzo.

Ace gli propone di costruire una zattera e dopo una chiacchierata i due scoprono di essere entrambi alla ricerca del tesoro dell’isola. Ace chiede al ragazzo come si chiama, ma quest’ultimo è riluttante a rivelarglielo, dato che lo nasconde da quando ha preso il mare. Quindi pensa di usare il nome di Ace come pseudonimo, ma Ace gli suggerisce qualcosa di simile, ovvero Deuce. L’uomo accetta ed Ace decide di chiamarlo Masked Deuce, per via della maschera che il ragazzo indossa.

Deuce rivela ad Ace di essere uno studente di medicina con cattivi voti, con dei genitori indifferenti nei suoi confronti; ciò che lui desiderava davvero era prendere il mare e vivere un’avventura. Anche Ace gli parla della sua famiglia, in particolare di Luffy. La loro conversazione, però, si chiude bruscamente quando Deuce parla male di Gol D Roger e della sua eventuale discendenza. Questa frase fa incupire molto Ace, il che fa intuire a Deuce che il suo compagno di sventura potrebbe essere proprio il figlio del re dei pirati. Preso da sentimenti contrastanti, Deuce si allontana da Ace e gli dice di non parlargli mai più.

Passano diversi giorni ed Ace non ha ancora trovato un modo per andarsene da Sixis. Deuce, invece, è preda della sete e della fame, poiché non riesce a trovare nulla di cui sostentarsi. All’improvviso nota Ace sulla spiaggia con uno strano frutto in mano e decide di ucciderlo, visto che è anche il figlio di un leggendario criminale; tuttavia, prima di poterlo attaccare con un ramo, lo stomaco gli brontola. Ace lo nota e crede che Deuce sia tornato per aiutarlo a costruire una zattera; quindi gli offre il frutto che ha trovato per ringraziarlo. Deuce si sente colpevole delle sue azioni e rifiuta il frutto, ma una volta riconciliatisi, i due decidono di condividere il pasto.

I due ragazzi mordono il frutto quasi contemporaneamente, ma Deuce nota che il corpo di Ace ha preso fuoco; perciò si rendono conto che il frutto che hanno mangiato è un frutto del Diavolo e per l’esattezza il frutto Mera Mera della tipologia Rogia, capace di rendere chi lo mangia un uomo di fuoco.

Alcuni giorni dopo, Ace ha imparato a controllare il suo fuoco e il duo è riuscito a costruire una nave, che chiameranno Striker, in grado di muoversi grazie al fuoco di Ace. Deuce dice ad Ace che forse il fatto che sull’isola ci fosse nascosto un tesoro era una voce falsa, ma il nuovo e potenziato Ace gli risponde che secondo lui invece c’era eccome. Il figlio del re dei pirati porge la mano al compagno di sventure e gli chiede di unirsi a lui.

Deuce accetta: finalmente potrà realizzare il suo sogno di scrivere un libro d’avventure. I due ragazzi si stringono la mano, creando così la ciurma dei pirati Spade, ed Ace dichiara che supererà il re dei pirati.

One Piece Novel A: Seconda Parte

Ace diventa famoso per la sua gentilezza e questo gli porta parecchi problemi, soprattutto con i cacciatori di taglie, che cercano di approfittare di lui per catturarlo. Tuttavia, Ace, Deuce e i loro nuovi compagni riescono a respingerli tutti quanti, il che aiuta Ace a prendere ulteriore confidenza con i poteri del frutto Mera Mera.

In un’occasione, un cacciatore di taglie cerca di colpire Deuce con un attacco furtivo, ma viene ucciso da Mihar, il cecchino della ciurma. Mihar è un insegnante e vuole aiutare i bambini che non possono avere un’istruzione. Nonostante l’aspetto formale e il forte desiderio di rimanere al chiuso, è un potente combattente.

In un’altra occasione, un altro compagno di ciurma conosciuto come Skull si innamora della pistola decorata con dei teschi di un cacciatore di taglie e, sfruttando la sua conoscenza riguardante la progettazione delle armi da fuoco, riesce a confonderlo e a derubarlo.

Skull, piuttosto che definirsi un pirata, sostiene di essere un appassionato di pirati che è stato a bordo di molte navi per saccheggiarle. Molti tra i pirati Spade considerano Skull inutile, ma Ace lo ha accolto in ciurma per via della sua esperienza nel mondo della pirateria e Skull lo ha apprezzato proprio per questo.

Deuce, Mihar e Skull formano il cervello pensante dei pirati Spade, mentre il resto dell’equipaggio è per lo più composto da combattenti, che si occupano facilmente dei cacciatori di taglie.

I cacciatori di taglie sono minacciati anche da una lince di nome Kotatsu, che Ace ha salvato dalla trappola di un bracconiere. Un tempo era molto paurosa, a causa del fatto che era costretta a lavorare in uno spettacolo di fenomeni da baraccone, ma con i pirati Spade ha potuto accrescere il proprio coraggio ed ora ama camminare fianco a fianco ad Ace, per via del calore che il suo capitano emette a causa del frutto del Diavolo.

Tutti i membri della ciurma dei pirati Spade, scelti da Ace in base alla loro personalità piuttosto che al loro aspetto, non avevano un posto in cui andare prima di incontrare il loro capitano, perciò gli sono molto grati.

Nonostante sia stanco del crescente numero di cacciatori di taglie che lo inseguono, Ace decide di festeggiare, ma la ciurma scorge molte navi da guerra in avvicinamento. Deuce pensa di condurre le navi verso una barriera corallina rocciosa, ma una marine armata di spada e con una cicatrice da ustione sulla mano è già a bordo della Striker.

La donna blocca facilmente un colpo sparato da Mihar e Skull rivela che la marine si chiama Isuka “l’Inchiodatrice”, perché usa la sua spada per lasciare i corpi dei suoi nemici pieni di buchi.

Ikusa si prepara ad arrestare Ace e ciurma, ma il capitano dei pirati Spade non ha paura e la prende in giro. Isuka attacca Ace con attacchi veloci, ma non riesce a colpirlo per via del fatto che il suo corpo si trasforma in fiamme ed è sfuggente; tuttavia riesce a schivare tutti gli attacchi dei pirati di Ace.

Le navi da guerra della Marina raggiungono l Striker e iniziano ad attaccare: infatti, Isuka era salita a bordo solo per distrarre i pirati dall’approccio delle navi da guerra. Tuttavia, anche il piano di Deuce va in porto e una delle navi da guerra colpisce la barriera corallina, affondando.

Isuka smette di combattere e salta in mare per salvare i propri compagni, ma si stanca rapidamente e rischia di morire affogata, perciò Ace la salva gettandole un salvagente. Isuka si arrabbia con Ace per ciò che ha fatto e Deuce non può che essere d’accordo con lei, visto che questo significherà averli ancora alle calcagna. Tuttavia, Ace risponde che è meglio avere la Marina alle costole che i soliti cacciatori di taglie.

I pirati Spade continuano il loro viaggio e, mentre si avvicinano al Nuovo Mondo, l’equipaggio arriva a venti componenti, più Kotatsu. Avendo sconfitto diversi pirati famosi, molti di loro hanno accresciuto la propria fama.

Si fermano quindi nell’arcipelago Sabaody. Ace è deluso dal dover attendere tre giorni prima che la loro nave venga rivestita, ma la varietà di cibo dell’isola riesce a distrarlo a dovere. Deuce appunta le proprie impressioni su Sabaody. Alcuni dei suoi compagni si prendono gioco della sua abilità di scrittura, quindi Deuce in tutta risposta scherza dicendo che per punirli non includerà i loro nomi nel suo libro.

One Piece Novel A: Terza Parte

In attesa nell’arcipelago Sabaody, i pirati Spade vengono messi in guardia da Skull sul non causare problemi alla Marina, ai cacciatori di taglie e soprattutto ai Nobili Mondiali. Deuce perciò decide di tenere d’occhio Ace, per impedirgli di creare problemi ai Draghi Celesti nel suo deambulare alla ricerca di cibo.

Isuka riappare su Sabaody e dice ad Ace di scendere dalla nave; lei e i pirati Spade si sono scontrati innumerevoli volte durante il viaggio della ciurma, ma la donna è vista dai pirati come poco più di un fastidio, dal momento che Ace è sempre riuscito a tenerla a bada. Ace intavola con lei una conversazione sul cibo prima di fuggire in città, lasciando Deuce fregato, visto che voleva tenerlo d’occhio.

Deuce così va in città e dopo aver notato molti ristoratori arrabbiati con Ace, che non ha pagato il conto, trova il capitano addormentato su una panchina accanto alla ruota panoramica. Ace e Deuce salgono sulla ruota panoramica, ma quando il giro finisce, vengono trovati da Isuka, che comincia a discutere con Ace.

Isuka dice a Deuce che l’ustione sulla sua mano è stata causata da dei pirati che hanno bruciato il suo villaggio e che hanno ucciso i suoi genitori quando era una bambina. In quell’occasione, venne salvata dal fuoco dal tenente comandante Draw, ora vice-ammiraglio, e quindi vuole che nessun bambino subisca la sua stessa sorte.

La ragazza offre ad Ace la possibilità di diventare un marine, perché ha capito che non malvagio, ma ad Ace non piace l’idea di abbandonare la pirateria e se ne va. Deuce chiede ad Isuka se lo prenderà in ostaggio per far tornare Ace, ma la ragazza gli risponde che la giustizia non prende ostaggi e che quello è il suo giorno libero e che quindi lascerà andare Deuce.

Passano tre giorni. Ace e Deuce finiscono in una baraccopoli dove vedono alcuni bambini affamati. Mentre Ace dà loro del cibo, ai due pirati si avvicinano sia Isuka che Draw. Isuka mostra ad Ace una lettera dei Cinque Astri che offre al pirata la possibilità di diventare un membro dei Sette Corsari, ma Ace rifiuta dicendo che non gli piace come funziona il sistema del corsaro.

Draw sorride e rivela di condividere lo stesso pensiero, ma poi attacca Ace, cogliendo l’opportunità di sconfiggerlo ora che non sarà uno dei Sette. Draw ha dei lanciafiamme nascosti sotto le braccia e, cercando di colpire Ace, causa un incendio nella baraccopoli. Ace è inorridito e cerca di salvare i bambini, ma il fuoco è troppo forte. Tuttavia, mentre Deuce si occupa di Draw, Ace e Isuka riescono a salvare i bambini.

Mentre Deuce rimuove il serbatoio dei lanciafiamme di Draw, Ace dà un pugno in faccia al vice-ammiraglio, ma quest’ultimo non si fa nulla. Draw afferra Ace per il collo e lo solleva da terra, nonostante il ragazzo possegga i poteri di un Rogia: il marine possiede l’ambizione degli armamenti.

Draw si prepara ad uccidere Ace nel nome della giustizia, ma Pugno di Fuoco critica la giustizia di Draw, visto che non batte ciglio nell’uccidere dei bambini, ma il marine gli dice che se degli innocenti devono morire bruciati per uccidere dei pirati, allora lui non si farà scrupoli. Questa rivelazione sconvolge Isuka, che si mette a piangere, capendo dopo anni la verità dietro la morte della sua famiglia.

Le fiamme di Ace fanno esplodere il serbatoio di Draw, causando lesioni ad entrambi. Ace sormonta Draw in combattimento ed il marine afferma che anche il pirata sta usando l’ambizione, nonostante non se ne stia rendendo conto. A suon di reciproci pugni in faccia, alla fine è Draw a crollare sconfitto.

Deuce dice ad Ace di muoversi e di tornare velocemente alla nave, ma il figlio di Roger non vuole abbandonare Isuka in preda alla disperazione, così le chiede di salire sulla sua nave, dove lei potrà diventare una cacciatrice di taglie e dargli la caccia pur restando sulla sua stessa nave. Isuka ride disorientata dalla richiesta del ragazzo.

Ace le dice di salire a bordo mentre sta per lasciare Sabaody, ma lei rimane a terra con l’intento di continuare il suo cammino in Marina. Ringrazia Ace, chiamandolo con il suo nome per la prima volta invece che “Pugno di Fuoco”, ed Ace si rattrista.

Dopo essersi sbarazzato delle navi della Marina pronte ad inseguire i suoi pirati, Ace e ciurma si immergono con la Striker nel mare del Paradiso in direzione dell’isola degli Uomini-Pesce e del Nuovo Mondo, con un obiettivo in mente: prendere la testa di Baffibianchi.

One Piece Novel A: Quarta Parte

novel Ace sequelBaffibianchi sorride nella sua stanza, mentre legge del rifiuto di Ace all’invito del Governo Mondiale di diventare un membro dei Sette Corsari. Nella stanza entra Thatch, comandante della 4a divisione dei pirati di Baffibianchi e cuoco di bordo, e Newgate si complimenta con lui per la zuppa di serpente marino che ha cucinato.

Thatch gli ricorda di prendere la medicina, altrimenti verrà rimproverato dal dottore, e riferisce al capitano che Jinbe sta abbandonando la nave. Baffibianchi esce dalla camera e trova Jinbe, che sta per tuffarsi in mare, e si lamenta con lui del fatto che sta lasciando la nave per andare a Marineford senza dire nemmeno una parola.

Baffibianchi prende il giornale e chiede a Jinbe se conosce Ace e l’Uomo-Pesce gli risponde che conosce sia il suo nome sia il suo potere, visto che le taglie del ragazzo si stanno diffondendo ovunque. Thatch chiede a Jinbe di tenerli informati se scopre qualche altra informazione su Ace. 

Nel frattempo, i pirati Spade si trovano sull’isola degli Uomini-Pesce: molti membri della ciurma visitano il Mermaid Cafe. Deuce si accorge che Ace è sparito e chiede lumi ai compagni, ma Skull dice di non sapere dove sia. In realtà Ace si è addormentato mangiando in un ristorante economico nel quartiere di Pescerly Hills, sotto gli occhi attoniti degli altri clienti.

Quando si sveglia, Ace si pulisce la faccia con il grembiule di una cameriera. Un Uomo-Pesce dall’aria truce con dei lunghi capelli si avvicina ad Ace e comincia a raccontare ad Ace che la principessa Shirahoshi è obbligata a nascondersi nel palazzo a causa di Vander Decken IX. Ace gli risponde che spesso si scatenano delle rivolte quando un re non riesce a proteggere la sua principessa, ma l’Uomo-Pesce intima a Ace di non dire mai più una cosa simile.

Al che Ace si scusa, dicendo che a lui non importa nulla di quel paese perché è solo un pirata in visita, ma il tizio sottolinea che in quel paese non ci saranno comunque rivolte, perché Baffibianchi e Jinbe proteggono l’isola. Nel sentire il nome dell’Imperatore, in Ace si desta subito dell’interesse. L’uomo chiede ad Ace come si chiama e il ragazzo risponde “Sono Portgas D Ace ed in futuro persino negli abissi dell’oceano chiunque saprà di me.”

L’uomo-pesce è sorpreso, visto che ha letto quel nome dal giornale, e si rivela essere Aladine. Si chiede se Ace sia solo un idiota o un pezzo grosso. Nel frattempo, lo staff del ristorante si rende conto che Ace è andato via senza pagare.

Ace torna a bordo della sua nave, la “Piece of Spadille” ed è invidioso del fatto che i suoi compagni siano andati al Mermaid Café. Secondo Miharl, gli altri non hanno voluto che Ace andasse con loro perché sarebbe stato troppo popolare tra le sirene.

Ace dice che il punto debole della ciurma è che non hanno un cuoco a bordo: generalmente cucina per loro una donna pirata di mezza età chiamata Bancy, ma Ace sottolinea che persino i briganti di Monte Colubo sanno cucinare meglio di lei. Deuce torna alla nave e mostra ad Ace il suo avviso di taglia. Ace è contento che la sua taglia abbia superato i 100 Milioni di Belly.

Deuce si domanda se riusciranno a sopravvivere nel Nuovo Mondo, ma si sorprende nel vedere Ace che fissa la bandiera di Baffibianchi. Deuce gli chiede di non provocare Baffibianchi, ma Ace gli risponde: “Noi puntiamo alla vetta della pirateria. Tutti possono unirsi ai pirati Spade, ma d’ora in poi chi non ha il coraggio di combattere può restare a correre dietro alle sirene.”

Detto ciò, Ace brucia la bandiera di Baffibianchi e, insieme ai suoi compagni, torna alla nave. Nessuno sembra avere paura degli eventi che sopraggiungeranno dopo aver bruciato la bandiera di Baffibianchi. L’ambizione di Ace brucia come il fuoco: “Salpiamo verso il Nuovo Mondo!”. Ace ha bisogno di accrescere la sua fama in modo da cambiare quest’era e andare oltre il titolo di “Re dei Pirati”, ma il suo forte disprezzo verso il padre e il mondo potrebbero portarlo ad una fine poco piacevole.

One Piece Novel A: Quinta Parte

novel aceI pirati Spade sono arrivati nel Nuovo Mondo e si lamentano del cibo scadente che sono costretti a mangiare, rispetto alle delizie del Mermaid Café. Ace sottolinea che dovrebbero almeno apprezzare il fatto che possono mangiare del pesce arrostito grazie al suo potere, ma il desiderio di un cuoco a bordo va per la maggiore.

Ace è deciso: vuole incontrare l’Imperatore Shanks “Il Rosso”, ma Deuce cerca di fermarlo. Secondo alcune fonti del Governo Mondiale, Shanks diventa spaventoso quando perde le staffe, Baffibianchi quando qualcuno fa qualcosa che va contro il suo onore e la sua famiglia, Big Mom quando è di cattivo umore, mentre Kaido spaventa anche solo con la propria esistenza. Se si considerano Baffibianchi e Big Mom appartenenti alla vecchia generazione, Shanks e Kaido fanno parte della nuova generazione di pirati. Ma Ace non vuol sentire ragioni e per rassicurare i compagni sulla personalità di Shanks, racconta l’incidente avvenuto tra l’Imperatore ed Higuma a Foosha.

Nessuno tra i pirati Spade aveva mai sentito quella storia e Deuce è sorpreso del fatto che Shanks si sia scusato con un bandito che gli ha versato addosso del sake. Deuce chiede ad Ace se ha mai incontrato Shanks prima, ma lui dice di no: Ace vuole sapere da lui come ha fatto a diventare un Imperatore. Tuttavia, sapere dove si trova Shanks è molto più difficile che per ogni altro Imperatore.

Tempo dopo, Ace irrompe in una grotta su un’isola invernale, dove i pirati del Rosso stanno festeggiando. Nessuno dei comandanti pare sorpreso della visita improvvisa. La vista dell’Imperatore sembra far diminuire la determinazione del giovane, ma in realtà è l’ambizione del re conquistatore di Shanks; tuttavia, Ace è abbastanza forte da resistere. Ace si presenta all’Imperatore, dicendogli dove è nato e cresciuto, citando Makino e i suoi insegnamenti sulle buone maniere.

I pirati del Rosso, nel sentire il nome di Makino, cominciano a prestare più attenzione al discorso e accettano il dono di Ace, ovvero una bottiglia di liquore. Alla fine, Ace dice a Shanks che Luffy è suo fratello ed i pirati del Rosso urlano “Avresti dovuto dirlo subito!”. Shanks dà una pacca sulla spalla ad Ace e la festa prosegue. Ace e Shanks parlano di Luffy e quando Shanks gli chiede se ha visitato Luguetown, Ace dice di non essere interessato al Re dei Pirati come lo è Luffy: lui vuole solo che la sua fama raggiunga ogni angolo del mondo.

In quel momento, Shanks nota una strana scintilla negli occhi di Ace, al che gli chiede: “Come puoi accrescere la tua fama se non punti a diventare il Re dei Pirati?”, ma Ace risponde che il suo scopo è sconfiggere gli Imperatori. Tuttavia, Shanks non è tra i suoi obiettivi, così l’Imperatore gli chiede: “E quindi a chi stai puntando? A Kaido? A Big Mom? O forse…” ed Ace risponde: “A Baffibianchi.” Tutti i comandanti e Shanks stesso rimangono sorpresi da tale affermazione, ma Ace si sente rafforzato da questa conversazione ed afferma senza indugio: “Il mio nemico è il mondo intero. Sconfiggerò i Sette Corsari, gli Imperatori e persino i Draghi Celesti!”.

Ace chiede a Shanks chi gli ha procurato quella cicatrice sul volto e rimane sorpreso nel sentire che il responsabile è un semplice membro della ciurma di Baffibianchi. Anche i pirati del Rosso sono sorpresi, visto che Shanks non parla spesso di quella cicatrice. Shanks afferma: “Non so che stia facendo adesso. In questi giorni la cicatrice non mi fa male…” La festa finisce e la ciurma di Ace lascia l’isola.

Shanks e Beckman parlano tra loro. Il capitano afferma: “In realtà avevo percepito l’ambizione di Ace fin da quando era al largo della costa. È come se avesse un fuoco dentro, vero?” e Beckman risponde: “Già, infatti la neve si è sciolta. Ed ora che se n’è andato ha ripreso a nevicare.” Shanks chiede a Beckman cosa ne pensa di Ace ed il suo vice gli risponde: “È più ingenuo di quanto sembri. Sembra più un combattente che un pirata. Avrebbe dovuto unirsi all’Armata Rivoluzionaria, se il suo obiettivo è distruggere il mondo. Di questo passo non sarà mai il capitano di una flotta di navi.”

Secondo Beckman, Ace non avrebbe dovuto ricevere la lettera di corsa per diventare uno dei Sette Corsari, perciò si domanda se ci sia qualche altra ragione per cui il Governo Mondiale gli abbia conferito una taglia più alta di 100 milioni. Al che Shanks risponde: “Ace dice di essere nato a Baterilla, nel South Blue…” e sorride, ripensando al fatto che durante la loro chiacchierata Ace ha usato il vero nome di Roger, inclusa la “D”.

Beckman guarda Shanks e pensa che il suo capitano stia sorridendo in modo leggermente diverso dal solito.

One Piece Novel A: Sesta Parte

Secondo le informazioni raccolte da Skull, che ama tutto dei pirati e colleziona molti oggetti ad essi legati, Baffibianchi è l’uomo più forte del mondo, Kaido è il più forte nei combattimenti corpo a corpo ed è conosciuto come la creatura più forte del mondo, tant’è che non muore nemmeno se tenti di ucciderlo, mentre Big Mom ha la famiglia più pericolosa del pianeta. Deuce aggiunge che Kaido è un pirata pericoloso che adora la violenza, Big Mom preferisce gli affari, mentre Baffibianchi è il classico pirata. Tuttavia, non sa come definire Shanks. 

Skull apre una mappa nautica e dice che Doma il “Cavaliere Boemo”, A.O. e altri pirati stanno cercando di invadere i territori di Baffibianchi. Il fato ha voluto che, nonostante non fossero alleati, abbiano iniziato l’attacco nello stesso momento e pare che in questa invasione siano coinvolti anche altri Imperatori. Alcuni dei comandanti di Baffibianchi hanno dovuto lasciare la Moby Dick con quattro navi per fermare l’invasione, quindi secondo Ace questo significa che in questo momento le difese di Newgate sono più debole e che potrebbe essere una buona occasione per ucciderlo. Sotto la nave dei pirati Spade, un Uomo-Pesce li sta pedinando segretamente fin dal loro ingresso nel Nuovo Mondo.

Arrivata la voce che l’Imperatore sarebbe sbarcato a breve su una certa isola circondata dalla nebbia del suo territorio, i pirati Spade la raggiungono, avvisati del fatto che alcuni sottoposti di Baffibianchi potrebbero essere sull’isola. Ace risponde che per lui problemi non ce ne sono, perché nel caso inizierebbero una guerra. A Deuce pare che Ace sia diventato più incosciente da quando sono entrati nel Nuovo Mondo e secondo lui vuole liberarsi dalla prigione chiamata Roger: a detta sua, il suo capitano non sarà soddisfatto né diventando Re dei Pirati né trovando il One Piece, visto che sono cose che ha già fatto suo padre.

Ma dal mare appare un Uomo-Pesce piuttosto grosso di stazza, che tiene in mano la bandiera dei pirati Spade. Wallace, un Uomo-Pesce della ciurma di Ace, riconosce l’uomo: è Jinbe, che getta via la bandiera come se fosse immondizia, facendo andare i pirati Spade su tutte le furie.

Jinbe: “Oh, vedo che c’è un Uomo-Pesce nella tua ciurma… mi conosci, vero?” Wallace trema di paura. Ace chiede con rabbia: “Tu… lo sai cosa vuol dire ciò che hai fatto?” e Jinbe: “E tu sai cosa vuol significa aver bruciato la bandiera di Baffibianchi sull’isola degli Uomini-Pesce? Questa è la mia linea di confine! Sbaglio o sei quel moccioso che ha rifiutato l’invito ad entrare nei Sette Corsari?”. Ace parte all’attacco e colpisce con il fuoco, che inizia a far diradare la nebbia dell’isola. 

Dopo aver visto il loro capitano combattere per cinque giorni consecutivi, i pirati Spade sono preoccupati, ma allo stesso tempo eccitati nel vedere la vera forza di Ace per la prima volta. Deuce si avvicina ad Ace e Jinbe mentre sono a terra esausti e dice al suo capitano che devono scappare finché sono in tempo, dato che Jinbe è troppo forte, ma Ace non lo accetta. Tuttavia, in quel momento appare Baffibianchi, in piedi sulla Moby Dick. l’Imperatore esegue un colpo di spada volante e tutti i componenti della ciurma di Ace vengono spazzati via. Le urla svegliano Ace, che aveva i sensi annebbiati, al che utilizza la tecnica “Enjomo” (recinto di fuoco) che permette ai suoi di fuggire.

Ace urla: “Lasciali andare. In cambio resterò io qui!”. Baffibianchi attende che i pirati riescano a scappare e sconfigge Ace in un attimo. Tuttavia, l’Imperatore bianco gli fa una proposta inaspettata, ovvero chiede ad Ace di diventare uno dei suoi figli, ma tutte le parole che Baffibianchi pronuncia fanno infuriare Ace, che si sente trattato come un ragazzino.

One Piece Novel A: Settima Parte

Sono passate diverse settimane da quando Ace è stata sconfitto da Baffibianchi, ma il ragazzo, giorno dopo giorno, non ha mai smesso di tentare di uccidere l’Imperatore, fallendo costantemente.

Un giorno Ace si sveglia in infermeria. Deuce, con un camice e circondato da alcune infermiere, gli dice: “Oh, sei ancora qui…”. Le infermiere lo chiamano “giovane dottore” con fare sexy, ma Deuce non vuole essere chiamato così perché non si è mai laureato a causa di un litigio con suo padre, un famoso medico delle sue parti.

Ad ogni modo, Deuce è diventato uno dei principali medici della ciurma di Newgate e secondo il ragazzo, le attrezzature mediche della nave sono eccellenti come quelle degli ospedali delle grandi città. Questo è dovuto soprattutto alla salute di Baffibianchi, che non è delle migliori, ma visto che la vita di molte persone dipende dalla protezione di Newgate, l’Imperatore bianco fa il possibile per mantenersi in forze quotidianamente.

Ace capisce che Deuce vorrebbe che il suo capitano la smettesse di cercare di uccidere Baffibianchi, ma il figlio di Roger, con sarcasmo, gli dice: “Pare che tu sia entrato a far parte dei pirati di Baffibianchi…”. Al che Deuce risponde che i pirati Spade sono stati sconfitti, ma che Baffibianchi li ha perdonati: questo significa che sono debitori nei confronti dell’Imperatore. Inoltre, Deuce aggiunge: “Ace, tu sei il mio unico capitano. Mi piacerebbe seguirti, indipendentemente dalla vita che vuoi vivere. Ma se cercherai di uccidere Baffibianchi, dovrai combatterlo apertamente. Non mettermi nelle condizioni di voltarti le spalle.” 

Anche gli altri membri dei pirati Spade si stanno integrando nella ciurma di Baffibianchi: Skull raccoglie informazioni, Miharl insegna a leggere e scrivere agli altri pirati, Kotatsu va a caccia. L’unico che non ne vuole sapere è proprio Ace.

Tra i membri della ciurma di Baffibianchi c’è il capocuoco Thatch, comandante della 4a divisione della flotta dell’Imperatore, composta per lo può da cuochi, cacciatori e pescatori. Secondo Thatch, se Ace fosse stato un po’ più forte, lo avrebbero dovuto uccidere insieme ai suoi compagni, per rimarcare la loro influenza sul territorio invaso dal giovane pirata. Questo significa che Ace è vivo solo perché è debole.

Un altro pirata della ciurma di Newgate è Marshall D Teach. Quest’ultimo, mentre sta mangiando una crostata, rompe accidentalmente un piatto. Ace lo nota e tra sé e sé pensa che sia un tipo piuttosto rozzo. Teach nota Ace e si avvicina a lui, guardandolo dall’alto verso il basso, e lo provoca verbalmente: “Tu sei il ragazzino con una taglia superiore ai 100 milioni di Belly che ha rifiutato di unirsi ai Sette Corsari, dico bene?”. Tuttavia, Ace resta calmo e non risponde. Allora Teach, incalzando gli chiede: “Mi è sembrato di capire che possiedi il potere di un frutto del Diavolo. Che frutto hai mangiato?” ma Ace continua a non rispondere al colosso. Allora interviene Thatch, che risponde a Teach per Ace: “Ha mangiato il frutto Mera Mera. Ed ora lascialo stare, Teach. Ace è ancora giovane.” Teach allora si mette a ridere e dà una pacca fortissima sulla schiena di Ace, il quale rischia di soffocare. Prima di andarsene Teach fa un’altra domanda ad Ace, chiedendogli che sapore abbiano i frutti del Diavolo, ma non ricevendo risposta se ne va, mollando un grosso peto nella stanza. Ace è sconvolto e disgustato dalla puzza, ma Thatch, tuttavia, dice: “In fondo, non è cattivo. Credo.”

Poco dopo anche Ace lascia la sala da pranzo e trova Kotatsu tremante di paura sul pavimento: gli chiede cos’è successo e l’animale comincia a lanciare sguardi preoccupati nella direzione in cui è andato Teach.

Col passare del tempo, Ace diventa l’ospite ufficiale dei pirati di Baffibianchi. L’imperatore dice a Thatch di occuparsi di Ace, ma visto che il comandante deve occuparsi della cucina, Newgate affida il ragazzo alle cure di Teach, che è un membro storico della ciurma e conosce bene le loro regole.

Ace si lamenta del fatto che Thatch sta diffondendo una voce che se lui perderà 100 volte contro Baffibianchi si unirà definitivamente alla ciurma e prende fuoco dalla rabbia. Al che Thatch dice: “Grande! Quando ti unirai a noi, assicurati di entrare nella 4a divisione, così ti addestrerò affinché tu possa diventare un grande cuoco addetto alle fiamme!” ma Ace, livido di rabbia, lo manda al diavolo.

Continua…

Sommario
One Piece Novel A: la storia di Portgas D Ace | One Piece Mania
Nome Articolo
One Piece Novel A: la storia di Portgas D Ace | One Piece Mania
Descrizione
One Piece novel A è un romanzo ufficiale inserito nei tre numeri della rivista One Piece Magazine. Novel A racconta la vita di Portgas D Ace da quando lascia il villaggio di Fusha fino a quando si trova faccia a faccia con l'imperatore Baffibianchi.
Autore
Nome Editore
One Piece Mania
Logo Editore
5/5 (9)