Home Analisi Personaggi One Piece Henry Every, il re dei pirati storico: il destino di Teach?

Henry Every, il re dei pirati storico: il destino di Teach?

1710
CONDIVIDI
Henry Every

Henry Every, il re dei pirati storico: il destino di Teach?

Marshall D TeachÈ ormai noto che i nomi di molti personaggi del mondo di One Piece traggono spunto da pirati realmente esistiti. Uno di questi è il nostro Marshall D Teach che, come tutti sappiamo, deve il suo nome a Edward Teach “Barbanera” (da cui anche il soprannome).

Ma perché il cognome Marshall? A questa domanda tuttora non vi è risposta, se non che debba ovviamente indicare la famiglia a cui Teach appartiene. Se però prendiamo il databook One Piece Green (per la precisione a pagina 360 dell’edizione italiana) scopriamo che inizialmente il personaggio doveva chiamarsi Everything D. Teach. Anche qui esistono diverse teorie, ma non abbiamo una spiegazione ufficiale se non che quel cognome “probabilmente esprime l’avidità di Barbanera”.

Tuttavia, se stavolta volessimo provare a risalire a delle possibili radici storiche del nome, avremmo una figura di riferimento: il pirata Henry Every.

Sappiamo che Every fu soprannominato dai suoi contemporanei “Il re dei pirati” e che, successivamente alla sua grande impresa (di cui parleremo più avanti), ispirò un’intera generazione a seguire la via della pirateria; ciò ci porterebbe d’istinto ad associarlo immediatamente a Gol D Roger.

Ma, analizzando ciò che sappiamo per certo della sua biografia, possiamo trovare un gran numero di parallelismi con Marshall D Teach e, nonostante alla fine Oda abbia scelto di non utilizzare più il nome Everything per il personaggio, si può comunque provare a immaginare che per la sua caratterizzazione si sia ispirato anche a Every. E, chissà, magari partendo da qui possiamo speculare sul futuro della nemesi di Luffy.

Ma procediamo con ordine.

Storie a confronto: l’ascesa di Every e l’ascesa di Teach

C’è da dire innanzitutto che l’inizio della carriera da capitano pirata di entrambi i personaggi inizia con l’ammutinamento verso un proprio superiore.

Nel 1694 Henry Every infatti era il primo ufficiale sulla nave Charles II, facente parte di una compagnia di ventura inglese incaricata principalmente di recuperare tesori da imbarcazioni affondate. Una notte egli, uomo che si era guadagnato il rispetto della ciurma e che aspirava al comando data la sua ambizione, cogliendo un’opportunità (il malcontento degli uomini) si ammutinò e destituì il capitano Gibson prendendone il posto e partendo con la sua nuova nave (che rinominò Fancy) e la sua nuova ciurma pirata verso nuovi orizzonti (secondo una versione egli fu gentile con Gibson facendolo riportare a terra, secondo un’altra fu spietato).

Ai suoi albori vediamo che Teach è un uomo di spicco della seconda flotta dei pirati di Baffibianchi ed è ben considerato e rispettato dagli uomini (tanto che Ace pensava a lui come possibile candidato al comando della seconda flotta); ma anche lui, cogliendo un’opportunità di grandezza, decide di ammutinarsi e uccidere Thatch.

Successivamente, all’inizio della sua carriera pirata, Every decide di fingersi un corsaro inglese, spedendo una lettera ai comandanti delle navi inglesi nell’Oceano Indiano (dove opererà maggiormente) nella quale dichiara di lavorare per il governo. Questa scelta verrà fatta per permettersi di agire indisturbato nelle acque indiane mentre prepara quella che sarà la sua grande impresa. Questa manovra tuttavia avrà poco successo. In questo stesso momento, egli compie vari assalti ad imbarcazioni di vari Stati con il preciso intento di liberare alcuni prigionieri governativi ed anche schiavi africani, in modo da infoltire i propri ranghi. Questi uomini infatti decidono di unirsi alla sua ciurma e seguirlo nella sua impresa.

Il nostro panzone opera scelte simili, trovando subito un modo per ingraziarsi il governo, divenendo uno dei Sette Corsari in modo da poter nel frattempo portare a termine i suoi piani pirateschi, anche se manterrà su di sé i sospetti del Governo Mondiale. E non è sempre Teach che libera i prigionieri da Impel Down in modo da rendere i Pirati di Barbanera i più temibili possibile?

E dopo due anni siamo giunti finalmente alla grande impresa di Every: l’assalto alla Gunsway, la nave tesoriera della flotta del Gran Moghul Aurangzeb, l’imperatore indiano. Ma, in vista di ciò, egli recluterà altri capitani pirata e creerà una flotta pirata, di cui egli assumerà il comando con il titolo di “ammiraglio”. La flotta riuscirà a portare a termine il suo obiettivo, compiendo il più grande furto della storia pirata, che secondo alcune stime sarebbe ammontato a circa 600.000 sterline (52 milioni di sterline dei giorni nostri). Il governo inglese, minacciato dal furioso Gran Moghul e dalla sua promessa di smantellare gli stabilimenti inglesi in India, mise sulla testa del pirata una taglia di 1000 sterline (quasi 90.000 sterline attuali), facendone di fatto l’uomo più ricercato sul pianeta (e soprannominato “Re dei pirati”). Every e i suoi uomini si separarono, e la storiografia che lo riguarda si ferma qui, facendone uno dei pochissimi pirati che sono riusciti, per quanto ne sappiamo, a concludere la propria vita senza essere giustiziati o imprigionati.

Tornando a Teach: dopo due anni di pirateria, lo vediamo aver creato una vera e propria flotta pirata, della quale egli ha assunto proprio il titolo di ammiraglio. Egli è inoltre divenuto uno degli Imperatori, quindi certamente tra gli uomini più ricercati del globo. A questo punto sarebbe da chiedersi: quale sarà la sua grande impresa? Oltre agli avvenimenti di Marineford, possiamo pensare al fatto che di recente i suoi abbiano fatto razzia di Baltigo, la base dei rivoluzionari comandati da Dragon, che è appunto l’uomo più ricercato dal Governo Mondiale: un’impresa sicuramente degna di nota. Non sappiamo ancora quali saranno le dirette conseguenze di questo evento. Magari vedremo presto Teach come nuovo uomo più ricercato in assoluto dal governo?

Grandi ambizioni: la figura di Every e la figura di Teach

Henry EveryAnche se sappiamo che per l’aspetto di Teach (soprattutto per la barba) Oda si sia ispirato al Teach reale, nelle fonti storiche Every viene descritto come un uomo di grande statura, di corporatura importante e con un aspetto da avvinazzato.

Chiamandosi il personaggio inizialmente Everything D Teach, possiamo ipotizzare che il maestro abbia preso ispirazione da entrambi gli uomini, anche perché non si posseggono testimonianze di un Edward Teach alto o di corporatura robusta.

Per quanto riguarda la sua personalità, sembra che egli fosse un uomo estremamente ambizioso, che non si fermava di fronte a nulla pur di raggiungere i suoi scopi. Le fonti ne parlano come di un abile calcolatore, un freddo stratega in grado di pianificare ogni mossa nella sua ascesa verso la cima. Curioso anche il fatto che secondo la tradizione egli fosse in alcuni casi molto affabile e clemente (con i suoi uomini e con i prigionieri), mentre in altre occasioni, nelle quali coglieva opportunità di fama e guadagno, divenisse estremamente spietato (come con i marinai della Gunsway), ed anche per questo gli fu dato un ulteriore soprannome: “L’arci-pirata”. Vi ricorda qualcuno?

La fortuna come tema comune: il destino di Every e il destino di Teach

“I am a man of fortune and I must seek my fortune”

Questa frase viene comunemente attribuita a Henry Every. È da sottolineare che in inglese il termine “fortune” non indica semplicemente la fortuna relativa alla superstizione (per la quale esiste il termine “luck”), ma la fortuna intesa in relazione al destino. Every credeva fermamente di essere un uomo scelto dal fato e riteneva di dover cercare il proprio e andare incontro ad esso, che serbava grandi cose per lui.

Non c’è neanche bisogno forse qui di specificare quanto Teach e la sua ciurma siano legati a questo tema, come soprattutto Doc Q e Van Augur ci hanno fatto notare in passato. Del resto, anche Teach crede di essere un “prescelto”, o quantomeno quell’uomo che Roger “sta aspettando” anche se Edward Newgate smentisce questa sua convinzione. E la predestinazione è un tema ricorrente in One Piece.

Perché alla fine dei conti qual è l’obiettivo di Teach, il destino a cui aspira? Diventare il re dei pirati. Proprio come Henry Every fece in vita con la sua ambizione. Molte teorie infatti ipotizzano un’ascesa al trono di Teach prima che esso passi a Luffy. Se associamo il personaggio a Every, ciò potrebbe essere verosimile. Come è verosimile che possiamo aspettarci ancora grandi cose in merito a Marshall D Teach.

Potete trovare un riscontro delle fonti storiche citate in saggi come “Storia della pirateria” di Cordingly e “A general history of pirates” di Johnson. Su Henry Every è nata anche una leggenda, quella di Libertalia. Ma forse ne parleremo un’altra volta. Nel frattempo, spero che questo approfondimento vi sia piaciuto… a presto!

Sommario
Henry Every, il re dei pirati storico: il destino di Teach? | One Piece Mania
Nome Articolo
Henry Every, il re dei pirati storico: il destino di Teach? | One Piece Mania
Descrizione
Tutti sappiamo che Marshall D Teach deve il suo nome a Edward Teach “Barbanera” (da cui anche il soprannome). Tuttavia, se stavolta volessimo provare a risalire a delle possibili radici storiche del nome, avremmo una figura di riferimento: il pirata Henry Every.
Autore
Nome Editore
One Piece Mania
Logo Editore
5/5 (12)